Cristallizzazione sensibile

Un buon assemblaggio?
Questione di nuclei

Come si riconosce se due vini non sono compatibili? Due nuclei e una frattura all’interno della piastra. Ecco che indicazioni può offrire la cristallizzazione sensibile! La metodica è apparentemente semplice: una soluzione predeterminata di cloruro di rame (CuCl2) e acqua sterilizzata, mescolata ad un estratto della sostanza da analizzare. Si pone una porzione standard della miscela su una piastra di vetro e si lascia in una camera di cristallizzazione priva di vibrazioni e in ambiente controllato, cioé a temperatura ed umidità relativa costanti. Dopo diverse ore si ottiene un'immagine “cristallizzata” specifica del campione. Il cloruro di rame cristallizza, puro, in un modo tipico del cloruro di rame; unito ad una soluzione con miele, ad esempio, in un modo tipico del miele. Così per carne, vino, terra...

Con l'esperienza di molte cristallizzazioni, il ricercatore riconosce le caratteristiche peculiari delle sostanze prese in esame. E le differenze dalla forma-tipo costituiscono un elemento di giudizio per la qualità di ciascun campione. Al Podere si è avviata nel 2011 una raccolta programmata di tutti i terreni: vigneti, seminativi, uliveti. Fra due anni e migliaia di fotografie, almeno tre per ogni campione ad ogni campionatura, finalmente il lavoro sui terreni sarà ultimato. Da quest’anno al via anche le analisi degli apparati fogliari, delle barriques e dei vini in affinamento... L'obiettivo? Trovare il miglior mix - terreni, vitigno, assemblaggio - per il miglior vino. Sembra facile..

Laboratorio analisi

Dal 2004 a Podere Forte è presente un laboratorio di analisi eno-chimiche interno, che si occupa di monitorare tutto il processo produttivo viti-vinicolo, dalla maturazione del grappolo alla messa in commercio del vino. Dal 2008 è Sara Parricchi che si occupa della gestione e sviluppo del laboratorio, in collaborazione con l’ enologo, Cristian Cattaneo. In un’ Azienda come questa è importante poter contare su di una struttura attrezzata interna, in modo da tenere sotto controllo costantemente tutta la filiera produttiva. Al minimo problema si può intervenire in maniera rapida, veloce ed efficace, in modo da salvaguardare in toto il risultato finale. Oltre alle analisi convenzionali per conoscere ogni prodotto sotto ogni punto di vista vengono anche eseguite tecniche sperimentali biodinamiche molto importanti come la cristallizzazione sensibile e a breve anche la cromatografia circolare .

Christian Marcel a Podere Forte - Maggio 2013

“…OGNI GRANDE VIAGGIO INIZIA SEMPRE DA UN PICCOLO PASSO” e questo è quello che è successo al Podere quando abbiamo incontrato Christian Marcel per la prima volta.
Allora la cristallizzazione sensibile sembrava quasi una magia, un incantesimo di cui solo pochi eletti conoscevano la formula esatta……ma dal 2010 ad oggi molte cose sono cambiate, tanto che oggi, quasi tutto può essere rappresentato con la cristallizzazione, persino i suoli e i suoni!
Grazie al maestro Christian Marcel, che ci ha accompagnati e seguiti costantemente, la cristallizzazione sensibile al Podere è diventata quasi un appuntamento giornaliero.
Il 27 Maggio 2013, con nostro grande piacere, dopo circa due anni dal nostro primo incontro è tornato a trovarci portando con se parenti e amici.
E’ stato orgoglioso come lui stesso ha detto, di tornare fra amici in “un luogo incredibile, dove l’ espressione della cristallizzazione si riflette in meravigliose e mutevoli forme” .
Al termine della visita si è svolta una degustazione un po’ particolare, alla quale ha partecipato anche il Sig. Forte, e nella quale i vini si “ assaggiavano con gli occhi” ! Quando li assaporavamo, attraverso le immagini delle cristallizzazioni di ogni vino, riuscivamo a leggere i profumi e gli aromi che si sarebbero presentati al naso e alla bocca, ed è stata veramente un’ esperienza entusiasmante, un momento di confronto e studio che ci ha profondamente arricchiti.
L’espressione dei nostri vini rappresentata così eloquentemente in un piccolo anello di vetro….se questa non è magia!

Foto 1 - Cristallizzazione del suolo Vigna del Melo, quella che dà origine al Petrucci

 cristtxt1res.jpg
 
 Foto 2 - Cristallizzazione del Vino Guardiavigna 2010

 cristtxt2res.jpg