Convegni/Meeting

Podere Forte ospita e fa crescere  non solo la ricerca scientifica ma anche gli scambi culturali fra scienziati e ricercatori di tutto il mondo. Per questo, grazie alla propria struttura, organizza simposi e convegni in collaborazione con università ed istituti di ricerca internazionali, e non solo nel campo della viticultura.

Di seguito, i convegni sinora realizzati con la relativa documentazione.

Incontro divulgativo biodinamica

Lunedì 14 marzo prossimo a Castiglione D'Orcia ci sarà un'interessante seminario sulla Biodinamica che coinvolgerà agricoltori, operatori e specialisti.

Podere Forte è uno dei patrocinanti dell'evento.

Scarica la locandina.

Podere Forte al Congresso di Biodinamica - Febbraio 2014

Il 19 e 20 febbraio scorsi in Francia a Chateauneuf du Pape, si è tenuto un importante congresso di biodinamica applicata alla coltura della vite, al quale hanno partecipato i maggiori produttori di vino biodinamico di tutta la Francia ed anche Podere Forte.
La nostra responsabile del laboratorio dottoressa Sara Parricchi, il nostro enologo Cristian Cattaneo e monsieur Christian Marcel hanno presentato l'azienda, le esperienze e i risultati raggiunti da due anni a questa parte utilizzando il metodo della cristallizzazione sensibile. E’una grossa soddisfazione per noi, essere tra i pochi italiani che possono confrontarsi e rapportarsi con realtà biodinamiche molto ben avviate come quelle francesi. Report del Congresso redatto da Sara Parricchi

Riunione allevatori Cinta Senese - Marzo 2013

Il 15 Marzo 2013 Podere Forte ha ospitato il seminario tecnico indetto dall’Associazione Regionale Allevatori della Toscana.
L’incontro, focalizzato sull’allevamento della Cinta Senese, ha costituito un importante momento di aggiornamento e di scambio,
sugli sviluppi compiuti dalla ricerca soprattutto nella cura e nella profilassi contro  le malattie.
L’evento ha previsto anche una visita guidata ai recinti delle nostre cinte, ove le strutture da noi adottate (casette per il parto, recinzioni  e strutture veterinarie) sono state molto  apprezzate da tutti i partecipanti.
Leggi i rigraziamenti

 

Paesaggio cultura e come antropologia spaziale

Rocca d'Orcia - 12 Agosto 2013

Presso la chiesa di San Simeone a Rocca d’Orcia, si è tenuto  lo scorso 12 Agosto il convegno Val d’Orcia: paesaggio cultura e come antropologia spaziale. Presentazione della ricerca dell’Hosie University Research Laboratory di Tokyo. Fra i relatori, Pasquale Forte che ha condotto uno speech sulle attività del territorio.

Convegno Internazionale ” Origini della Viticoltura ”

25 - 26 Giugno 2010

Origini della viticoltura
Dalla vite selvatica alle varietà coltivate

Questo il titolo del convegno voluto da Pasquale Forte, per Valorizzare lo studio del passato antico della vite selvatica e capirne la “domesticazione”.
Studiare le origini della vite, una storia che nasce più di 6.000 anni prima di Cristo, per capire meglio le origini, i percorsi e, forse, il futuro delle varietà coltivate, da cui nascono i vini di oggi.

L'introduzione di Attilio Scienza

L’inizio, almeno letterario, della storia viticola dell’occidente è racchiuso nel IX° Canto dell’Odissea dove i vini "forti e scuri" portati da Ulisse a Polifemo e prodotti nel mediterraneo orientale si contrappongono a quelli dell’isola dei ciclopi, “… che nulla piantano con le mani, né arano. Tutto cresce per loro senza semina né aratura: e grano, e orzo, e viti producono vino dai grossi grappoli, e la pioggia di Zeus li rigonfi “ e che configura nettamente le caratteristiche dell’uva selvatica, sottoposta ad una coltivazione primitiva o nulla. I confini tra la vite selvatica e quella coltivata sono molto labili, non solo nelle viticolture più antiche dove avvenivano i processi di domesticazione, ma anche a livello genetico dove malgrado i progressi ottenuti dalla ricerca molecolare, non è ancora possibile ricostruire con precisione il cammino compiuto dalle viti spontanee, con l’aiuto dell’uomo, verso i vitigni che oggi coltiviamo. Ma come diceva Levadoux, lo sforzo maggiore deve essere indirizzato alla salvaguardia ed allo studio delle viti selvatiche presenti nella flora spontanea dell’Europa, fino al Caucaso, attualmente in rapida erosione genetica, perché in queste è nascosto il segreto delle origini della nostra viticoltura. Questo convegno si pone l’obiettivo di porre a confronto le ricerche in corso sulla conservazione e lo studio della vite selvatica in Europa e quelle sui rapporti genetici tra viti selvatiche e vitigni coltivati, certamente questo uno dei grandi misteri ancora irrisolti della viticoltura.

Attilio Scienza

 

Vai al video

 

atti del convegno (Download in formato pdf):

Atti_Convegno_001_016

Atti_Convegno_017_032

Atti_Convegno_033_048

Atti_Convegno_049_064

Atti_Convegno_065_080

Atti_Convegno_081_096

Atti_Convegno_097_112

Atti_Convegno_113_128

Atti_Convegno_129_144

Atti_Convegno_145_160

Atti_Convegno_161_176

Atti_Convegno_177_192

Atti_Convegno_193_208

Atti_Convegno_209_224

Atti_Convegno_225_240