Vinificazione

Il vino nasce in vigna.
E sboccia in cantina

Se la raccolta varia da vigna a vigna, da parcella a parcella, una volta in cantina la disciplina è la stessa per tutti i grappoli.
Tutte le operazioni si svolgono per caduta naturale, grazie ai pozzetti che collegano i diversi piani. Doppio tavolo di selezione delle uve, diraspatura leggera che lascia gli acini ancora integri. La vinificazione avviene spontanea, quasi si trattasse di macerazione carbonica, esaltando quindi profumi e aromi. La presenza di vinaccioli a contatto con il liquido è minore, perché trattenuti dalla buccia, quindi minori anche i tannini amari.

Ogni tinaia in legno dispone della corrispondente vasca in acciaio inox per delestage e svinature. La fermentazione avviene spontaneamente. Per tutta la durata del ciclo, da12 a 20 giorni, resta sempre a contatto con le bucce. L'estrazione è monitorata da precise analisi di laboratorio e soprattutto da degustazioni costanti.

La fuoriuscita del mosto (aiutata anche da pigiatura effettuata coi piedi) e l'estrazione di polifenoli nobili, vengono eseguite con follature manuali.

Attenzione maniacale? Per noi è solo rispetto...l'unico modo per compensare la natura di un dono così grande è fare un grande vino. E per fare un grande vino...sì, ci vuole un'attenzione maniacale.