Potatura viti

Nel mese di febbraio le viti entrano nella fase centrifuga, la linfa inizia la sua risalita verso l'apice della pianta reidratando i tessuti e dando inizio al fenomeno del pianto, visibile ad occhio nudo dopo il taglio della potatura. Questo movimento influenzato anche dalle fasi lunari, garantisce una purificazione naturale dei legni e diminuisce le probabilità di malattie. Le operazioni supervisionate da Luciano Guidotti sono eseguite da personale specializzato. La potatura è una operazione fondamentale, la prima di una serie di operazioni che effettuiamo con la massima attenzione per ogni singola pianta, sono le fondamenta per la nuova stagione vegetativa. I sistemi di allevamento adottati sono l'alberello per il Sangiovese ed il Guyot e cordone speronato per i vitigni francesi. I tagli vengono eseguiti prevalentemente sui tralci di primo anno, valorizzando annualmente i condotti dei vasi floematici e xilematici, che trasportano la linfa e l'acqua. Le potature si concludono con un trattamento sanificante con latte di calce per proteggere ulteriormente i tagli delle potature da insetti, funghi, batteri e patogeni in genere.